Rubrica Libri: L’America in Vespa e Paradiso di polvere

“L’asfalto ha consumato le nostre piccole ruote, per arrivare fin qui, il vento ce l’ha messa tutta per rallentarci ma la cosa più bella, ancora una volta, sono gli occhi di Giulia, mia moglie…”

Così scrive Giorgio Serafino una volta giunto davanti al Grand Canyon.
Quelli che vi propongo oggi sono due piccoli libri, ancora una volta si tratta di racconti di viaggio ma anche d’amore, per la propria compagna di vita e per la propria moto, che, in alcune circostanze, sembra quasi dotata di un’anima.

La piccola Vespa 50 special arancione con il numero 1 sul fianco, infatti, ha anche un nome: “Generale Lee” proprio come l’automobile di Bo e Luke di Hazzard e non tradisce e non delude, attraverso le highways americane e la mitica Route 66 prima, nell’estremo oriente tra Thailandia, Laos e Cambogia poi…

Due libri pieni d’entusiasmo e di fascino che hanno la capacità di farci sognare. Buona lettura e aspetto i vostri commenti!

Rubrica Libri: La linea d’ombra

A bordo di una nave immobilizzata da una bonaccia in mezzo all’Oceano Indiano, iniziano a diffondersi preoccupazioni e paura.
Nel giro di pochi giorni l’equipaggio cade preda di un’epidemia e gli ufficiali perdono il controllo. Solo il giovane comandante riesce a mantenere la calma e a salvare la situazione.

Uno dei più tesi e drammatici romanzi di mare di Joseph Conrad, scrittore polacco naturalizzato inglese, è il protagonista di questa puntata della mia Rubrica Libri settimanale.

La linea d’ombra è prima di tutto un romanzo di formazione, che mette in scena uno stallo per costringere il protagonista a cercare una soluzione e a meditare sulla propria vita.

Conrad regala alla letteratura la natura delle nostre ambizioni e delle nostre emozioni. Buona lettura!

Rubrica Libri: In Patagonia

Ciao ragazzi! Se non ve li avessi ancora fatti, auguroni di buon 2014!

Da oggi riparto con la mia Rubrica Libri.
Il primo libro del nuovo anno è In Patagonia, un’opera dello scrittore inglese Bruce Chatwin scritta nel 1977. Il libro venne premiato con l’Hawthornden Prize.

È un diario del viaggio che l’autore intraprese alla ricerca delle tracce di un suo antenato marinaio attraverso la Patagonia argentina e cilena. In Patagonia è universalmente considerato il capolavoro di Bruce Chatwin.

La narrazione, secondo il consueto stile chatwiniano, si abbandona a numerose divagazioni di tipo storico e scientifico. L’opera si configura anche come una ricerca delle proprie radici, ripercorrendo le vicissitudini affrontate da un leggendario personaggio della famiglia dell’autore, il capitano Charles Milward.

Che dire, buona lettura!

Rubrica Libri: si riparte da “Racers”

Buongiorno ragazzi!
Avete visto la prima puntata di Born to Ride? Come vi è sembrata? Ditemi la vostra!

Questo post, invece, serve ad inaugurare la nuova stagione di appuntamenti letterari appositamente realizzati per voi. Per dieci settimane vi proporrò i libri dedicati al mondo delle moto, dell’asfalto, delle gare e della voglia di libertà che contraddistingue tutti i motociclisti.

Cominciamo con Racers – Storie di uomini con la velocità nel cuore scritto da Michele Lupi.

Storie di corse, velocità e sfide estreme presentate attraverso interviste e racconti in prima persona. I protagonisti di queste storie sono alpinisti, velisti, bikers, subacquei ma soprattutto i piloti di moto e di auto. Fra tutti spicca la figura di Valentino Rossi.

Buona lettura a tutti!